Corsi di Acconciature per Parrucchieri il Giornale del Parrucchiere

Maurizio Delucchi: il futuro della professione è nel Personal Branding

Un articolo di Manuela Muretta

14 Novembre 2016

Ma come possiamo essere davvero attrattivi sul mercato, differenziandoci rispetto alla concorrenza? Lo abbiamo chiesto a Maurizio Delucchi

Maurizio Delucchi, Manuela Muretta, Beauty Personal Branding

Il mercato è profondamente cambiato negli ultimi anni: il consumatore ha mutato il suo approccio all'acquisto, è più disincantato, prudente e diffidente.

E' alla ricerca di valori quali competenza, affidabilità, specificità, specializzazione e fiducia. Il tutto sapientemente condito e servito da qualcuno, il professionista, che funga da persona di riferimento, che sia in grado di garantire personalmente circa i propri servizi.

"al centro c'è, quindi, il titolare di Salone e non il suo servizio o prodotto"

Il rapporto con il cliente si configura, di fatto, sempre più come basato sulla relazione interpersonale: al centro c'è, quindi, il titolare di Salone e non il suo servizio o prodotto.

"il vero valore aggiunto del nostro Salone o Istituto siamo noi"

Questo cambia, e non di poco, il punto di vista e, conseguentemente, l'approccio al mestiere perché significa che il vero valore aggiunto del nostro Salone o Istituto siamo noi, come persone prima e come professionisti poi, ammesso che queste due figure possano davvero considerarsi come separate e distinte.

"Chi sarà in grado di divenire parte attiva di questo trend potrà definirsi un Professionista della Bellezza a tutto tondo."

Chi opera in questo settore deve essere consapevole che il suo ruolo deve mutare, evolversi, adeguarsi ai tempi. Il futuro porterà con sé una selezione naturale: ci saranno operatori che continueranno a proporsi profilandosi come la tradizionale estetista o parrucchiere e chi, invece, cambierà seguendo le nuove esigenze dei propri clienti. Chi sarà in grado non solo di seguire ma di divenire parte attiva di questo trend evolutivo potrà davvero definirsi un Professionista della Bellezza a tutto tondo.

In questa logica, appare evidente che il successo della nostra attività passa necessariamente attraverso noi come titolari di Saloni e Istituti.

Ma come possiamo essere davvero attrattivi sul mercato, differenziandoci rispetto alla concorrenza?

"Ma come possiamo essere attrattivi? Lo abbiamo chiesto a Maurizio Delucchi"

Lo abbiamo chiesto a Maurizio Delucchi, coach nel settore dell'estetica e dell'hairstyle professionale da oltre 20 anni, autore del libro Emotional Beauty Power (presto in uscita) e ideatore del format Beauty Personal branding.

“Ognuno di noi è alla continua ricerca di se stesso. In Realtà quello che stiamo cercando è la nostra parte migliore: il nostro tesoro, attraverso il quale trovare la nostra pienezza che ci regali la centratura. Per scoprirlo abbiamo bisogno di una mappa e della capacità di saperla interpretare. Una volta che avremo conquistato il nostro tesoro verrà il momento di aprirsi al mondo per mostrare ciò che veramente siamo: unici e straordinari. Il Personal Branding è, di fatto, il processo attraverso cui un professionista / imprenditore, proietta sul mercato i propri valori, contenuti e soprattutto la propria unicità. L'obiettivo è ovviamente quello di diventare attrattivi nei confronti del mercato. Per Personal Branding, quindi, si intende l'arte di creare il nostro Brand Personale, in modo che diventi talmente rilevante nei confronti del mercato, da divenire richiesti. Ognuno possiede già un proprio Brand personale ma non lo sa, e per questo motivo lo gestisce inconsapevolmente, con scarsissimi risultati. Il nostro Nome richiama nel cliente una serie di sensazioni, emozioni, immagini e proiezioni. Questo bagaglio di neuro-associazioni determinano il nostro potere (o meno) di attrattività Poichè la mia “mission” è aiutare i professionisti della bellezza nel loro sviluppo, sono arrivato alla creazione del “modello” specifico e mirato sulla loro “realtà” che ho denominato: ”Beauty Personal Branding”.

Ma come funzione il modello e quali vantaggi porta, concretamente?

"Il processo del beauty personal branding prevede 4 step relativi alla 4 fasce"

“Il beauty personal branding è un processo, quindi ha di bisogno di un po' di tempo per attuarsi e giungere all'ottenimento di buoni risultati. Il processo del beauty personal branding prevede 4 step relativi alla 4 fasce. Nella prima fascia si trovano oggi il 95% dei professionisti / imprenditori, ovvero quella denominata “GENERICA”. In questa fascia per sopravvivere si è costretti a misurarsi nella battaglia dei prezzi, ovvero farsi preferire per i maggiori sconti o promozioni.

Salire in Seconda fascia, quella denominata “STRAORDINARIO”(riconoscibile + credibile) significa distinguersi, specializzarsi e farsi scegliere perché unici e di valore. In questa condizione i risultati positivi cominciano sicuramente ad arrivare.

I buoni risultati arrivano, anche con grandissime soddisfazioni, nella 3° e 4° fascia, “CELEBRE” e “AUTOREVOLE”, ovvero quando agli occhi del mercato di riferimento ( “audience”), si è riconosciuti come noti/celebri o addirittura considerati affermati (autorevoli).”

Pronti per iniziare la vostra rivoluzione? #volasolochiosafarlo

Per maggiori informazioni:

www.mauriziodelucchi.it

info@mauriziodelucchi.it

o profilo telegram:

https://telegram.me/delucchimaurizio

Un articolo di Manuela Muretta

questo articolo piace a:

Anche tu puoi pubblicare un articolo sul Giornale del Parrucchiere. Inviaci la tua richiesta:

© RIPRODUZIONE RISERVATA. il Giornale del Parrucchiere

il Giornale del Parrucchiere piace a:


ilGiornaleDelParrucchiere.com
Copyright © 2014

P.IVA 11610150010