Corsi di Acconciature per Parrucchieri il Giornale del Parrucchiere

PERDERE CLIENTI - è davvero sempre un male?

Un articolo di Marco Bussa

18 Ottobre 2016

Partiamo da una certezza: PERDERE CLIENTI è la paura più grande di qualsiasi imprenditore, figuriamoci per un artigiano abitudinario come il parrucchiere.

Perdere Clienti Marco Bussa

Per non perdere clienti facciamo qualunque cosa: siamo disposti a regalare servizi, a rinunciare ai 2 o 3€ di sconto ogni volta che un cliente paga, ci mettiamo a completa disposizione (spesso anche troppo) delle loro esigenze e alcune volte addirittura rinunciamo all'orgoglio pur di apparire comunque cortesi e gentili anche quando l'unica soluzione sarebbe un bel sano e liberatorio VAFFA...

Eppure esistono casi in cui può essere considerato un bene perdere clienti.

Ebbene sì. In realtà molti di noi lo sanno, eppure fanno fatica ad accettarlo. Nel momento in cui intraprendi un percorso che porta ad un cambiamento nel tuo modo di essere, nel tuo modo di pensare e quindi di agire, noterai che nuove persone inizieranno ad apprezzarti, mentre altre, magari che conoscevano “il vecchio” te, iniziano a criticarti perché non comprendono la tua evoluzione, oppure “li perdi” in termini di amicizie o frequentazioni.

Bene. Questo avviene anche con le clienti di un parrucchiere. Nel momento in cui deciderai di apportare modifiche al listino, oppure di cambiare salone per aprirne uno più grande e bello, o quando cercherai di migliorare i servizi ricercando l'eccellenza, insomma quando deciderai finalmente di alzare l'asticella per portare la professione ad un nuovo e più entusiasmante livello, beh metti in conto che non tutti capiranno.

I dati dicono che, fisiologicamente, quando apporti sostanziali cambiamenti alla tua attività, PERDI tra il 10 e il 15% delle tue clienti, mentre il restante tende ad adeguarsi o è addirittura entusiasta dei miglioramenti (tradotto in termini: spende più volentieri i soldini nel tuo salone). In alcuni casi il dato è sottostimato: infatti più è importante il cambiamento che apporti e più questa percentuale è destinata ad aumentare, fino a toccare punte massime del 30%.

Ora, la maggior parte dei titolari decide di focalizzarsi su questo dato e decide di non cambiare. Che senso avrebbe cambiare se costa un sacco di fatica ed in più mi fa perdere clienti? La risposta sta nello spostare il focus: è vero che ti fa perdere una parte di clientela, ma è altrettanto vero che puntare all'eccellenza ti fa diventare “sexy” su una NUOVA FASCIA DI CLIENTI, che innanzitutto è sicuramente superiore in termini di numero rispetto a quella che perdi, e poi ha decisamente un potenziale economico più grande. In sostanza, ragionando per assurdo, potresti lavorare meno ma con uno scontrino medio più alto.. e non ti piacerebbe?

Dare più qualità significa clienti più felici e soddisfatte e sorriso a fine giornata quando si guarda l'incasso.

Non sto dicendo niente di nuovo: sai meglio di me che se fai tante pieghe in salone a fine giornata sei stravolta/o e quando “tiri il cassetto” ti rimane ben poco (per chiarezza si stima che su 16€ del costo di una piega - media nazionale -, tolto i costi di acqua, luce, gas, affitti, personale, prodotti, tasse, iva, inps ti rimangono puliti poco più di 2€), se invece fai tanti servizi tecnici e/o stilistici hai un fatturato di gran lunga più soddisfacente.

Rifletti sul dato. Stai dando come valore di 30, a volte 40, minuti del tuo lavoro ben 2€. Agghiacciante!

E se invece la piega diventasse, per la maggior parte delle tue clienti, solamente la normale finalizzazione dei servizi tecnico/stilistici effettuati in precedenza? Come migliorerebbero i tuoi margini? e soprattutto come starebbero meglio i tuoi polsi e le tue spalle? Ma questo è un altro discorso.

In definitiva, se vuoi crescere, cambiare e migliorare, FALLO! Perché è la cosa più intelligente e soddisfacente che ogni parrucchiere possa fare. Ma sii pronto perché in questo processo sarai destinato a perdere qualche cliente per strada. E questo accadrà da subito. Se durante il tuo processo di crescita non stai perdendo neanche una cliente, sappi che allora non stai veramente cambiando. Se nessuno ti abbandona, vuol dire che questo tuo miglioramento non viene percepito dall'esterno e probabilmente ci sarà qualcosa da perfezionare soprattutto a livello di comunicazione.

E' quasi come fosse un tabù parlare di PERDITA CLIENTI intermini positivi, ma delle volte lo è.

Per cui, se stai migliorando il tuo Salone, i tuoi collaboratori, te stesso e non stai perdendo clienti, inizia a PREOCCUPARTI!

Che la FORZA sia con te...

Marco

questo articolo piace a:

Un articolo di Marco Bussa

MARCO BUSSA:

Aiuto i parrucchieri che vogliono crescere, imparare e migliorare, ad avere un vantaggio competitivo sul mercato in modo che guadagnino più soldi per non essere più schiavi del loro salone e per avere più tempo da dedicare alle Cose o Persone che Amano.

Anche tu puoi pubblicare un articolo sul Giornale del Parrucchiere. Inviaci la tua richiesta:

© RIPRODUZIONE RISERVATA. il Giornale del Parrucchiere

il Giornale del Parrucchiere piace a:


ilGiornaleDelParrucchiere.com
Copyright © 2014

P.IVA 11610150010